Penisola della Maddalena

Ambiente e Natura, Cultura, Luoghi naturalistici e riserve, Luoghi Tipici

Vota ora

Via La Maddalena - 96100 Isola

    Di grande interesse archeologico è la visita al Plemmirio, raggiungibile da una strada che costeggia per circa 7 km il Porto Grande. Il nome della penisola deriva dalla presenza, fino al XIX secolo, di una chiesetta dedicata alla Maddalena.

    In questo luogo, famoso nel XVII secolo per le saline installatevi dal barone Bonanno (oggi tutelate), si segnalano: un ipogèo Gallitto e una tomba scavata nella roccia, risalente al III-II secolo a.C. La penisola si estende fino alla punta estrema del Capo Murro di Porco – che la fantasia dei marinai assimilava al muso del maiale – da dove spesso si possono scorgere al largo branchi di delfini di passaggio; qui sono i resti di una costruzione circolare, nella quale si riconoscono le tracce forse di un mausoleo che i siracusani innalzarono in onore dei loro caduti all’epoca della guerra contro Atene.

    La Penisola della Maddalena di Siracusa, situata pochi chilometri a sud della città, costituisce il prolungamento meridionale della baia del Porto Grande di Siracusa ed è caratterizzata dalla presenza di falesie costiere strapiombanti in mare.

    La si raggiunge con la SS115 svoltando al bivio per Faro Carrozzieri: raggiunta la caserma della Guardia di Finanza si prosegue verso Punta Mole, ove si deve lasciare l’auto e proseguire a piedi lungo l’unico sentiero che si trova sul posto. Il sentiero si sviluppa lungo una scogliera molto suggestiva e, dopo circa 3 chilometri, permette di arrivare alla splendida insenatura sul mare, fatta di balze rocciose a strapiombo e sovrastata da una grotta profonda quasi 300 metri e nota col nome di grotta del Pellegrino.

    Il mare che caratterizza la Penisola della Maddalena è color smeraldo, cristallino e di una trasparenza straordinaria, con un fondale roccioso che lo rende ancor più limpido ed ideale per gli amanti dello snorkeling. Tutto il tratto di mare che bagna la penisola è tutelato dall’Area marina protetta del Plemmirio.