Noto

Cultura, Luoghi Tipici, Monumenti

Vota ora

Corso Vittorio Emanuele - 96017 Noto

    A sud della città di Siracusa si incontra Noto, cittadina che deve le sue bellezze al tragico terremoto che nel 1693 colpì gran parte delle città della Sicilia Sud Orientale.

    Originariamente la città sorgeva a 10 km di distanza dall’odierno centro; completamente distrutta dal sisma, Noto fu ricostruita in stile barocco in un luogo meno impervio.

    La ricostruzione, condotta dal Duca di Camastra, venne eseguita attraverso lo studio della prospettiva e giocando con le linee e le decorazioni delle facciate; tre le strade principali costruite, che corrono da est a ovest cosicché il sole si rifletta costantemente sugli splendidi edifici che qui sorgono.

    Lo stile barocco ricco di decorazioni, ricami in pietra e statue, che ha fatto sì che la città venisse insignita dall’UNESCO con il titolo di “patrimonio culturale dell’umanità”, si rinviene in tutti gli edifici del centro storico cominciando dalla Chiesa di S. Francesco e dalla semplice ma elegante chiesa di “S. Chiara”, o dall’area del S. Salvatore fino al capolavoro di “S. Domenico”, passando per una rinata Cattedrale con la sua magnifica ed imponente scalinata.

    I toni caldi della pietra delle costruzioni barocche, le strade tra agrumeti, uliveti e mandorleti avvolgono il turista in un’atmosfera unica.

    Ogni terza domenica di Maggio, le strade di Noto si colorano e si abbelliscono con i petali dei fiori dell’Infiorata, che festeggia l’arrivo della bella stagione. Chi visita la cittadina barocca in primavera non può esimersi dall’ammirare i quadri “infiorati” che riproducono ogni anno un tema diverso.