Isola Bella

Ambiente e Natura, Cultura, Luoghi naturalistici e riserve, Luoghi Tipici

Vota ora

Via Nazionale, 109 - 98039 Taormina
0942 628738
Website E-mail

Martedì a Domenica dalle 9.00 a un’ora prima del tramonto
Chiuso Lunedì

Nel periodo invernale gli orari possono subire variazioni in base alle condizioni metereologiche

Intero € 4,00
Ridotto € 2,00
Residenti nella provincia di Messina € 1,00

Biglietto integrato “Isola Bella” e “Museo e area archeologica di Naxos” (con validità di tre giorni dalla data di emissione):
Intero € 6,00
Ridotto € 3,00

Donata nel 1806 al Comune di Taormina dal Re del Regno delle Due Sicilie, Ferdinando I di Borbone, la bellezza e il fascino di Isola Bella hanno fatto sì che, nel corso dei secoli, questa diventasse uno dei simboli di Taormina.

Dal 1890 al 1990, anno in cui venne acquistata dall’Assessorato dei Beni Culturali, l’isolotto vide succedersi diversi proprietari. Senza dubbio chi apportò maggiori cambiamenti alla morfologia dell’isola fu Lady Florence Treveylan, nobildonna inglese esiliata in Sicilia dalla regina Vittoria.

Lady Florence arricchì la flora dell’isola con piante tropicali, che ancora oggi sono fuse alla vegetazione mediterranea presente. E fece costruire una piccola casetta immersa nel verde dove trascorreva le ore più calde della giornata.

Nel 1954 i nuovi proprietari, la famiglia Bosurgi, vi costruirono una villa che si inserisce in modo armonioso tra le rocce calcaree e la vegetazione di Isola Bella.

Oltre alle magnifiche specie della flora locale e delle piante tropicali, l’isola è caratterizzata dalla presenza di una rara lucertola (detta dal petto rosso) e di diverse specie di uccelli marini.

Insieme al complesso di “Villa Caronia”, fa parte del Museo Naturalistico Regionale.

 

Le visite saranno organizzate in gruppi di 15 persone. Per le scolaresche potranno essere ammessi gruppi di 20 persone, accompagnate da insegnati.