Aci Trezza

Cultura, Luoghi Tipici

Vota ora

- 95021 Aci Trezza
095 7371148
Website E-mail

    Aci Trezza, frazione del comune di Aci Castello, è un piccolo borgo di pescatori che merita di essere menzionato perché zona di notevole interesse turistico. Centro peschereccio di antica tradizione, Aci Trezza vanta un suggestivo paesaggio dominato dai faraglioni dei Ciclopi: otto pittoreschi scogli basaltici appuntiti che, secondo la leggenda, furono lanciati da Polifemo ad Ulisse durante la sua fuga. Un giro per il borgo permette di ammirare anche alcuni interessanti monumenti.

    In Piazza Giovanni Verga sorge la chiesa di S. Giovanni Battista, la cui volta presenta affreschi realizzati dall’artista Vincenzo Sciuto di Aci S. Antonio, che rappresentano il martirio di S. Giovanni Battista. Caratteristici sono il pulpito, il cantorio e l’organo. Nella navata sinistra troviamo la statua lignea della Madonna della Buona Novella e quella di S. Giuseppe. Superate le scale della via centrale, ci si trova di fronte l’ingresso della Casa del Nespolo dei Malavoglia, in cui si trova il museo Trezzoto. La struttura architettonica è quella tipicamente siciliana della metà del XIX secolo: un cortile, un piccolo orto e l’ingresso, caratterizzato da un arco in pietra lavica a tutto sesto. L’interno è articolato in due stanze: la prima, la sala “La terra trema”, raccoglie fotografie, locandine e varie testimonianze dell’omonimo capolavoro cinematografico di Luchino Visconti, girato proprio ad Aci Trezza nel 1947, con un cast di attori scelti interamente fra gli abitanti del piccolo borgo marinaro; la seconda, la “Stanza dei Malavoglia”, ospita testimonianze del mondo dei pescatori trezzoti della metà dell’Ottocento, con una raccolta di antichi strumenti di lavoro e suppellettili della vita quotidiana. Interessanti le foto scattate personalmente da Giovanni Verga e la raccolta di lettere al fratello Pietro.

    In questa zona sono particolarmente saporiti il pesce, i molluschi e i crostacei perché vivono in un habitat particolare, creato dai fondali in roccia lavica.

     

    Per gentile concessione della Provincia Regionale di Catania.