Top 10 Playa Catania

Top 10 Playa Catania

Top 10 alla Playa di Catania

Made by locals

Paese che vai, usanze che trovi! Più che mai a Catania, dove folklore, tradizione e un po' di sano umorismo si mescolano in una ricetta unica! Noi ne abbiamo scelte dieci.

Paese che vai, usanze che trovi!
Questo noto saggio è valido ovunque e più che mai a Catania, dove folklore, tradizione e un po’ di sano umorismo si mescolano in una ricetta unica! Se visiti la Playa, ti renderai conto di quante usanze – vecchie e nuove – animano la spiaggia. Noi ne abbiamo scelte dieci.


1. Le partite a tamburello

Non una semplice partita tra amici, ma uno scontro all’ultimo sangue e all’ultima goccia di sudore. Schemi, tattiche, strategie e gli immancabili consigli dei cabinanti più anziani. Alla fine sarà un impasto di sabbia, sudore e buonumore e poi tutti a fare il bagno!

2. L’aperitivo al tramonto

Ammettiamo che il genere sia una new entry, accolto felicemente dalla popolazione locale e dai turisti. Ormai in quasi tutti gli stabilimenti balneari è un’usanza consolidata: a suon di Spritz o Mojito via libera al divertimento!






3. Al mare con la nonna

Hai presente la famiglia Brambilla in vacanza? Qui a Catania moltiplicalo per 10. La nonna è la più assidua frequentatrice del mare della Playa, va nello stesso lido da oltre dieci anni e non capita di rado che porti con sè leccornie varie, che per fare il bagno devi aspettare minimo due settimane. E nel pomeriggio? Sfida aperte con le amiche del mare in famigerate partitone di Carioca che durano anche un paio di giorni.

4. Il coccobello

I più audaci lo comprano dai venditori ambulanti che affollano la spiaggia, che al suono di rime irresistibili attraggono i numerosi acquirenti. Inutile resistere.




5. La pasta al forno

Per questa voce vedi anche “Al mare con la nonna”. Purtroppo è un’usanza che con gli anni va sempre più scemando, fino a che non si estinguerà del tutto per lasciare posto alle insalatone, agli avocado e al cous cous. Fino a che dura, godiamocela e non vergognamoci di tuffarci in quel mare di pomodoro, olio e frittura!

6. Il bagnino spiritoso

Questo meriterebbe un capitolo a parte. Muscoloso, super abbronzato, di età indefinita, impomatato e voce suadente: il bagnino sta appostato nella sua sedia alla baywatch, elargendo complimenti a ogni ragazza che passa. Le sue preferite? Le nordiche, ovvio.






7. La cabina

Ahhh la cabina! In questi meravigliosi cubi di 1 metro x 1 metro si trova di tutto: lo specchio, la spazzola, il materassino, la pasta al forno (vedi sopra), i parei, i teli da mare, le scarpe con il tacco della zia Maria che poi torna a lavoro, le carte da gioco siciliane, quelle francesi, il sabot e il tappeto verde.

8. I balli di gruppo

Alzi la mano chi non si è mai fatto trascinare da “una mano alla cintura” o da un “movimento sexy”! Tutti, almeno una volta, ci siamo abbandonati al ballo di Simone, alla Macarena e altro ancora. Inutile fare mea culpa, meglio continuare a ballare felicemente e senza pensieri insieme ad altri amanti del genere negli stabilimenti balneari della Playa.




9. Il pisolino, residuo degli anni ’70

I nati degli anni ’70 e ’80  ricorderanno questo momento traumatico della giornata al mare. Dalle 14.00 alle 16.00 niente bagno, niente rumore, niente divertimento. Si riposava. Le ore più noiose di sempre, ma in alcuni stabilimenti balneari è ancora così, per cui attenzione!

10. La briscola in 5

Mai gioco ha mietuto più vittime nella sua storia. Se si sbaglia a buttare l’asso o se il compagno gioca male può succedere davvero di tutto. Di quel Re buttato al momento sbagliato se ne parlerà per giorni, per mesi, per anni. Ti raccomandiamo di scegliere bene i giocatori e non avventurarti in estrosi lanci!



Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla newsletter di CityMap Sicilia