A spasso per Catania con Vanity Fair

6 settembre 2016
News

Il sito di Vanity Fair ci ha intervistato (ma siamo rimasti ragazzi umili of course, ndr) sulle cose da fare fuori dai classici percorsi turistici che consigliamo a quanti ogni giorno scelgono la nostra città.

Ti sei perso l’articolo? Eccolo qui.

Viaggi, idee fuori dal comune, mete insolite e tanto altro. Abbiamo raccontato Catania nel modo che sappiamo fare meglio, ovvero “by locals”, suggerendo idee inaspettate e sorprendenti con l’amore e la passione che ogni giorno mettiamo in questo progetto.

Scoprire Catania, d’altronde, significa correre un grande rischio: innamorarsene follemente senza se, senza ma. Catania è una città ricca di contraddizioni, ma che sa farti innamorare come poche, con la sua energia, la sua voglia di vivere, la sua sagacia e l’irresistibile ironia.

Anche grazie ai nostri suggerimenti, ne è uscita una classifica niente male.
Per esempio sapevi che i Coldplay hanno scelto Catania come scenografia del video per la canzone “Violet Hill”?

O ancora forse non sapevi che nelle ex case di tolleranza del quartiere di San Berillo – grazie al senso civico del comitato che ne promuove la rinascita – il quartiere a luci rosse rifiorisce anche attraverso la street art promossa dagli artisti di Res Publica Temporanea che dipingono le porte murate degli ex bordelli.

Catania è una città particolare, per questo CityMap è una guida non convenzionale alla città e alla Sicilia Orientale. Proponiamo itinerari made by locals, percorsi idealmente creati da chi vive il luogo e che indicano al turista cosa di insolito si può visitare e mangiare, dove dormire, cosa fare.

Vuoi ricevere altri suggerimenti su itinerari alternativi in Sicilia?
Iscriviti alla newsletter di CityMap Sicilia